Vale la pena riscaldare il motore in inverno
 

L'eterno tema della necessità di riscaldare il motore in inverno. Probabilmente ci sono più opinioni su questo che solo stelle nel cielo. È vero, questo argomento è solitamente discusso da persone che sono lontane dallo sviluppo e dal miglioramento dei motori delle automobili. Ma cosa pensa la persona che crea e ottimizza i motori da corsa dell'azienda americana ECR Engines? Si chiama Dr. Andy Randolph e progetta motori per la serie NASCAR.

L'ingegnere osserva che un motore freddo soffre di due fattori. Innanzitutto, a temperature molto basse, la viscosità dell'olio motore aumenta. I produttori di olio risolvono parzialmente questo problema, grosso modo, mescolando componenti con diverse caratteristiche di viscosità: uno con un indice di viscosità basso e l'altro con un indice di viscosità elevato. Si ottiene così un olio che non perde le sue proprietà a basse o alte temperature. Tuttavia, ciò non significa che la viscosità dell'olio non aumenti con la diminuzione della temperatura.

Nella stagione fredda, l'olio nel sistema di lubrificazione si addensa e il suo movimento lungo le linee dell'olio diventa difficile. Soprattutto se il motore ha un elevato chilometraggio. Ciò si traduce in una lubrificazione insufficiente di alcune parti mobili fino a quando il blocco motore e l'olio stesso non si surriscaldano. Inoltre, la pompa dell'olio può persino entrare in modalità cavitazione quando inizia ad aspirare aria (ciò accade quando la velocità di pompaggio dell'olio dalla pompa diventa superiore alla capacità della linea di aspirazione).

Vale la pena riscaldare il motore in inverno

Il secondo problema, secondo il dottor Randolph, è l'alluminio da cui sono realizzati i motori più moderni. Il coefficiente di dilatazione termica dell'alluminio è molto superiore a quello della ghisa. Ciò significa che quando riscaldato e raffreddato, l'alluminio si espande e si contrae molto più della ghisa. Il problema principale in questo caso è che il blocco motore è in alluminio e l'albero motore è in acciaio. Succede che con il freddo il blocco viene compresso molto più dell'albero motore e il cuscinetto dell'albero si trova più saldamente del necessario. In parole povere, la "compressione" dell'intero motore e la riduzione dei giochi porta ad un aumento dell'attrito tra le parti in movimento del motore l'una contro l'altra. La situazione è aggravata da un olio viscoso che non può fornire una lubrificazione adeguata.

 
🚀 Maggiori informazioni sull'argomento:
  Cos'è l'Alcantara in una macchina

Il dottor Randolph consiglia vivamente di riscaldare il motore qualche minuto prima dell'avviamento. Ma questa è solo una teoria. Ma quanto si consuma il motore se il guidatore medio avvia l'auto in inverno tutti i giorni non appena la avvia? Ma che dire dell'opinione di esperti rispettati che affermano che il riscaldamento prolungato del motore lo danneggia solo?

Non è infatti necessario restare inattivo per 10-15 minuti, l'olio ha bisogno di un massimo di 3-5 minuti per raggiungere l'intervallo di temperatura di esercizio, a seconda della marca dell'olio stesso. Se all'esterno è meno 20 gradi, dovrai aspettare 5 minuti: questo è quanto l'olio deve riscaldare fino a 20 gradi, il che è sufficiente per la necessaria lubrificazione del motore.

ARTICOLI SIMILI
Principale » Articoli » Vale la pena riscaldare il motore in inverno

Aggiungi un commento