Test esteso: Yamaha XSR700
 

Sam preferirebbe guidare un'auto più vecchia di una moderna cafe racer retrò. Non mi piacciono molto le moto grandi e moderne che vogliono dare un tocco retrò. In primo luogo, perché molti fabbri domestici portano le rovine condizionali della guida, e in secondo luogo, perché nei miei anni di rugiada mi sono imbattuto in un virus chiamato oldtimer, a volte anche classico.

Ma da quando negli ultimi anni, quando le moderne cafè racer sono diventate di moda, io

Sono riuscito a fare i conti con il fatto che la strada per il traguardo può essere interessante anche senza soste e manutenzione sotto un pino. Quindi non ho nulla contro ciò che viene dalla fabbrica, ammetto che mi diverto molto a guidare con loro, ma per la maggior parte dei viaggi dal garage, preferirei comunque trainare qualche altra moto o scooter.

Questa Yamaha mi ha fatto riflettere. Non ricordo che i motori delle retro cafe racer fossero così lisci, così leggeri e controllabili, e che non c'era nulla di cui lamentarsi quando si andava in bicicletta. Inoltre, queste devono essere motociclette vere. Questa Yamaha è sicuramente lì. Quando tieni premuto l'acceleratore in seconda e terza marcia, scivola via dal retro, in modo abbastanza drastico. Sull'asfalto liscio della città, diventa divertente, soprattutto perché sai che i freni fermano la Yamaha in modo rapido ed efficiente. Il sistema di scarico Akrapovic è responsabile della scelta di una marcia bassa per la maggior parte del tempo, ma è difficile aiutare con se stesso. Il caso ringhia molto bene.

 

Non ho commenti seri, questa bici offre più di quanto ti aspetteresti inizialmente. Non sono un designer e potrei sbagliarmi, ma se i giapponesi volessero fare una moto che fosse amichevole e adatta a tutti, allora potremmo allungarla un po'. E ha introdotto diverse innovazioni innovative. Soprattutto quando si tratta di bagagli, perché uno zaino su una moto del genere non ha un bell'aspetto. Se ogni vero vecchio cafe racer ha una sorta di "cassetta" per gli attrezzi da qualche parte sotto il sedile, allora un affidabile cafe racer moderno potrebbe avere almeno una scatola per il suo telefono e altri soprammobili. Considerando che, ad esempio, nessuno andrà in capo al mondo con esso, puoi, ad esempio, donare parte del serbatoio e installare una porta del cassetto sul bordo. I miei capricci? Sono solo viziato.

🚀 Maggiori informazioni sull'argomento:
  Bimota SB6

Quando la sera apri la lattina davanti al garage e guardi questa Yamaha, scopri che è, dopotutto, una moto molto creativa. Giocheresti con le sospensioni, ma non c'è bisogno di barcollare un po', io non corro. Guardando gli specchietti e qualche altro dettaglio, vi renderete conto che il design non ha avuto la precedenza sulla sicurezza e sulla praticità, ma questo gli conferisce un fascino in più. Modificalo tu stesso. Un'ottima base, che è anche passabile e sarà attraente tra 20 anni. Ho giocato con i dettagli, lasciando solo l'altro. non mi dispiace più.

testo: Matthias Tomazic, foto: Matthias Tomazic

 
ARTICOLI SIMILI
Principale » Prova su strada MOTO » Test esteso: Yamaha XSR700

Aggiungi un commento