Come riparare da soli la pompa del servosterzo

contenuto

        Il servosterzo (GUR) fa parte del meccanismo dello sterzo ed è disponibile su quasi tutte le auto moderne. Il servosterzo consente di ridurre notevolmente lo sforzo fisico necessario per girare il volante e migliora anche la manovrabilità e la stabilità dell'auto su strada. Se l'impianto idraulico si guasta, il controllo dello sterzo viene mantenuto ma diventa più stretto.

        Il sistema nel suo insieme è abbastanza affidabile e raramente causa problemi ai proprietari di auto. È solo necessario monitorare il livello dell'olio nel serbatoio di accumulo e, in caso di notevole diminuzione, diagnosticare la tenuta dell'impianto, trovare ed eliminare le perdite, soprattutto nei punti in cui i tubi sono collegati ai raccordi.

        La sostituzione regolare del fluido di lavoro sporco ed esaurito prolungherà notevolmente la vita del moltiplicatore idraulico. Questo dovrebbe essere fatto almeno una volta ogni due anni.

        Dovresti anche prestare attenzione alle condizioni della cinghia di trasmissione della pompa. Succede che è necessario regolarlo o serrarlo e, in caso di usura, sostituirlo. Per tendere o rimuovere la cinghia, di solito è necessario allentare il bullone di fissaggio e spostare l'alloggiamento della pompa nella direzione desiderata.

        diagnostica del livello del liquido e pompaggio della camera d'aria

        Il livello del liquido cambia con la temperatura. Per riscaldarlo fino a circa 80°C, al minimo del motore a combustione interna, girare il volante una serie di volte da una posizione estrema all'altra. Questo aiuterà anche a rimuovere le sacche d'aria dal sistema idraulico.

        Non tenere il volante in posizione estrema per più di cinque secondi, in modo che il liquido non bolle e danneggi la pompa o altri componenti del servosterzo. quindi fermare il motore a combustione interna e diagnosticare il livello del fluido di lavoro.

        Se è rimasta aria nel sistema, si comprimerà quando il motore è in funzione. Ciò farà diminuire il livello del liquido. Pertanto, diagnosticare ancora una volta il livello nel serbatoio con il motore acceso per assicurarsi che non ci siano differenze.

        Aggiungere liquido se necessario.

        Questa semplice procedura in molti casi risolverà i problemi con il servosterzo. In caso contrario, sarà necessaria una diagnostica aggiuntiva.

        Segni di guasto al servosterzo e loro possibili cause

        Ridurre il livello del fluido di lavoro:

        • Perdita a causa di tubi flessibili, guarnizioni o guarnizioni danneggiati.

        Rumori estranei, fischi mentre si gira il volante con il motore acceso:

        • la cinghia di trasmissione è allentata o usurata;
        • cuscinetti o albero della pompa usurati;
        • valvole intasate;
        • liquido congelato.

        Al minimo o a bassa velocità, è necessaria una forza significativa per girare il volante:

        • pompa del servosterzo difettosa;
        • sistema idraulico intasato;
        • livello del fluido basso.

        Quando la cinghia di trasmissione viene rimossa, si avverte il gioco longitudinale o trasversale dell'albero della pompa:

        • il cuscinetto della pompa deve essere sostituito.

        Vibrazioni o urti quando si gira il volante durante la guida:

        • la cinghia di trasmissione è allentata o usurata;
        • pompa del servosterzo difettosa;
        • valvola di controllo difettosa;
        • basso livello del fluido;
        • aria nel sistema.

        Vibrazioni o urti possono essere causati anche da ragioni non legate al servosterzo: errato bilanciamento delle ruote, sospensioni o guasti allo sterzo. La diagnostica accurata del servosterzo è possibile solo su uno speciale supporto idraulico.

        La pompa del servosterzo richiede un'attenzione particolare

        L'elemento più critico e vulnerabile del servosterzo è la pompa, che è azionata dal motore dell'auto e pompa il fluido di lavoro in un circuito chiuso. Di solito è una pompa a palette, che si distingue per qualità e prestazioni elevate.

        La pressione idraulica che crea può raggiungere i 150 bar. Il rotore della pompa è ruotato da una trasmissione a cinghia dall'albero motore. Durante il funzionamento, la pompa è soggetta a carichi significativi. È lui che più spesso diventa una fonte di problemi nel funzionamento del meccanismo dello sterzo e richiede riparazioni o sostituzioni.

        Il guasto della pompa può essere causato da surriscaldamento, contaminazione del sistema idraulico, quantità insufficiente di fluido di lavoro o non conformità ai requisiti.

        Se si continua a guidare con una pompa idraulica dello sterzo difettosa, ciò può portare al guasto di altri componenti del servosterzo. Pertanto, non vale la pena ritardare la riparazione o la sostituzione.

        Puoi contattare un servizio di auto, oppure puoi risparmiare una discreta quantità di denaro e provare a riparare la pompa da solo. Non richiede attrezzature sofisticate o qualifiche speciali. Basta avere la voglia, il tempo e una certa esperienza nell'esecuzione di lavori meccanici, nonché attenzione e precisione.

        Preparazione per la riparazione della pompa

        Per l'autosmontaggio e la riparazione della pompa del servosterzo, saranno necessari determinati strumenti, pezzi di ricambio e materiali.

        • Molto spesso, il cuscinetto si guasta, quindi assicurati di fare scorta di uno nuovo. Di solito ha un diametro esterno di 35 mm ed è contrassegnato con 6202, sebbene siano possibili altre opzioni.
        • Due o-ring in gomma, un paraolio, una guarnizione e due rondelle in rame. Tutto questo può essere sostituito con un kit di riparazione per la pompa del servosterzo, reperibile in officina.
        • Come riparare da soli la pompa del servosterzo

        • Acquaragia più sottile o WD-40.
        • Pezza per pulire.
        • Carta vetrata da P1000 a P2000. Può volerci parecchio se è necessario macinare.
        • Una grande siringa e un contenitore per il pompaggio dell'olio dal serbatoio.

        Strumenti richiesti:

        • chiavi e teste per 12, 14, 16 e 24;
        • estrattore per anelli elastici;
        • un martello;
        • cacciaviti;
        • sovraccaricato;
        • trapano elettrico e punta da 12 mm o superiore.

        Per evitare errori durante il rimontaggio, predisporre uno spazio di lavoro con fogli di carta numerati. vale la pena avere un banco da lavoro con una morsa.

        Smontaggio della pompa, risoluzione dei problemi

        Potrebbero esserci alcune differenze nel design della pompa per macchine di marche diverse, ma i passaggi di base per lo smontaggio e la riparazione sono simili. Per prima cosa devi pompare l'olio dal sistema con una siringa. quindi scollegare i tubi e tappare i fori di uscita con uno straccio in modo che lo sporco non penetri all'interno.

        Per rimuovere la pompa è necessario svitare il bullone che la fissa alla staffa, e il bullone del sistema di regolazione della tensione della cinghia di trasmissione. Prima dello smontaggio, la pompa rimossa deve essere lavata con un solvente. Rimuovere il coperchio posteriore.

        Per fare ciò, a seconda del design, è necessario svitare 4 bulloni o rimuovere l'anello di sicurezza facendolo cadere con un perno (puoi usare un chiodo) attraverso il foro sul lato. inoltre, battendo il corpo con un martello, otteniamo che la molla interna spreme il coperchio. Per facilitare la rimozione, puoi spruzzare attorno al contorno con lubrificante WD-40.

        Estraiamo con cura gli interni, ricordando la posizione delle parti e disponendole in ordine. Tiriamo fuori il rotore con le piastre. Rimuovere l'anello in gomma di tenuta facendo leva con un cacciavite. Estrarre il cilindro di lavoro (statore).

        Sul lato superiore sono presenti dei segni (lettera e numero) per una corretta installazione.

        Sotto c'è un'altra piastra, una molla e un paraolio.

        Come riparare da soli la pompa del servosterzo

        Dopo lo smontaggio, laviamo tutte le parti con acquaragia e ispezioniamo attentamente.

        Prestiamo attenzione allo stato delle scanalature del tamburo del rotore, i loro bordi devono essere lisci, affilati e privi di bave e altri difetti che potrebbero interferire con il libero movimento delle lame.

        In caso contrario, le irregolarità devono essere eliminate con una lima ad ago e carta vetrata. Dovresti anche lavorare con cura le piastre stesse (lame). Evita l'eccesso di zelo e non esagerare.

        Come riparare da soli la pompa del servosterzo

        La superficie ellittica interna del cilindro di lavoro deve essere liscia. Spesso sono i difetti dell'ellisse a essere la causa delle scarse prestazioni della pompa. Se ci sono scanalature o sgorbie dai colpi delle lame, dovranno essere levigate.

        Il processo di macinazione manuale è piuttosto lungo e laborioso. Può essere reso più facile se usi un trapano elettrico. Avvolgiamo la carta vetrata su un trapano con un diametro di 12 mm o poco più e la fissiamo nel mandrino del trapano. Maciniamo, cambiando la pelle man mano che si consuma e passando gradualmente da grossolana a più fine.

        Come riparare da soli la pompa del servosterzo

        Per arrivare al cuscinetto, dovrai battere l'albero battendolo con un martello.

        Se il cuscinetto deve essere sostituito, rimuovere l'anello di sicurezza con un estrattore. quindi è necessario estrarre il cuscinetto dall'albero e installarne uno nuovo.

        Lungo la strada, vale la pena sostituire il paraolio, così come tutti gli o-ring e le rondelle.

        Raccogliamo tutto nell'ordine inverso. Quando si installano le piastre nelle scanalature del tamburo, assicurarsi che il lato arrotondato sia rivolto verso l'esterno.

        Dopo aver riparato la pompa, si consiglia vivamente di sostituire completamente il fluido di lavoro.

        La rettifica delle pale e dello statore potrebbe richiedere del tempo. In questo caso, la pompa potrebbe ronzare leggermente.

      Casa » Articoli » Dispositivo auto » Come riparare da soli la pompa del servosterzo

      Aggiungi un commento