Motore bicilindrico Fiat 0.9 TwinAir
 

contenuto

Doppio cilindro? Dopotutto, la Fiat non è una novità. Non molto tempo fa la Fiat produceva all'ingrosso a Tychy, in Polonia, la cosiddetta. La "piccola" (Fiat 126 P), molto conosciuta nel nostro Paese, è spinta da un rombante e vibrante bicilindrico raffreddato ad aria. Dopo una pausa relativamente breve (la Fiat 2000 bicilindrica era ancora in produzione nel 126), il Gruppo Fiat decise di rientrare nel mondo dei motori bicilindrici. Il motore bicilindrico SGE è prodotto a Bielsko-Biala, in Polonia.

Una storia un po' "meno cilindrica"

Molti automobilisti più anziani ricordano i giorni in cui il motore bicilindrico (naturalmente aspirato, ovviamente) era un problema relativamente comune. Oltre al "baby" sferragliante, molti ricordano la prima Fiat 500 (1957-1975), che aveva un motore bicilindrico al posteriore, una Citroen 2 CV (motore boxer) e la mitica Trabant (BMV - Bakelite Motor Vehicle) ). ) con motore bicilindrico a due tempi e trazione anteriore. Prima della guerra, il marchio di successo DKW aveva molti modelli simili. La F1 è stata la pioniera delle piccole vetture in legno dal 1931, e il motore a tre cilindri è stato utilizzato in vari tipi DKW fino agli anni Cinquanta. I bestseller bicilindrici LLoyd a Brema (1950-1961, sia a due che a quattro tempi) e Glas di Dingolfing (Goggomobil 1955-1969). Anche un piccolo DAF completamente automatico dai Paesi Bassi ha utilizzato un motore a due cilindri fino a XNUMX.

Motore bicilindrico Fiat 0.9 TwinAir

 

Nonostante la diffusa convinzione che avere meno di quattro cilindri in un'auto sia banale, Fiat ha deciso di fare questo passo. I proprietari dell'HTP "famoso in tutto il mondo" potrebbero parlarne. Allo stesso tempo, è risaputo che il motore bicilindrico presenta un vantaggioso rapporto volume/superficie delle camere di combustione e le basse perdite per attrito riportano questo tipo di motore nell'agenda di molte case automobilistiche. Finora la Fiat si è assunta il compito di trasformare la "scopa" un tempo "urlante" e vibrante in un umile gentiluomo. Dopo diverse valutazioni della comunità giornalistica, possiamo dire che in larga misura ci è riuscito. La riduzione dei consumi contribuisce anche alla riduzione delle emissioni di gas serra. Fiat detiene la prima posizione nella riduzione dei limiti di emissione di CO per il parco auto2 per il 2009 una media di 127 g/km.

🚀 Maggiori informazioni sull'argomento:
  Affidabilità del veicolo 2-3 anni secondo la versione TÜV

0,9 doppio cilindro SGE con un volume preciso di 875 cc3 è stato progettato per sostituire alcune delle versioni più deboli del quattro cilindri FIRE di vecchia data. Al contrario, dovrebbe portare risparmi significativi non solo sui consumi e sulle emissioni di CO.2, ma si tratta principalmente di un notevole risparmio in termini di dimensioni oltre che di costi di produzione. Rispetto a un motore simile a quattro cilindri, è più corto di 23 cm e più leggero di un decimo. In particolare, è lungo solo 33 cm e pesa solo 85 kg. Le dimensioni e il peso ridotti non solo riducono i costi di produzione con meno materiale, ma hanno anche un effetto positivo sulle prestazioni di guida e sulla durata dei componenti del telaio. Ci sono anche opzioni migliori per l'installazione di altri elementi che riducono i consumi, come l'installazione di un motore elettrico aggiuntivo per le unità ibride o una conversione senza problemi a GPL o metano.

La prima applicazione in serie di questo motore è stata la Fiat 2010, presentata a Ginevra e venduta da settembre 500, equipaggiata con una versione da 85 cavalli (63 kW). Secondo il produttore, produce in media solo 95 g di C0.2 per chilometro, che corrisponde a un consumo medio di 3,96 l/100 km. Si basa su una versione atmosferica con una capacità di 48 kW. Le altre due varianti sono già dotate di turbocompressore e offrono potenze di 63 e 77 kW. Il motore ha l'attributo TwinAir, dove Twin significa due cilindri e Air è un sistema Multiair, ad es. una cinghia di distribuzione elettroidraulica che sostituisce l'albero a camme di aspirazione. Ogni cilindro è dotato di una propria centralina idraulica con elettrovalvola che determina il tempo di apertura.

 

Motore bicilindrico Fiat 0.9 TwinAir

Il motore ha una struttura interamente in alluminio e dispone di iniezione indiretta. Grazie al suddetto sistema MultiAir, l'intera catena di distribuzione è stata limitata a un'affidabile catena autodeterminante con un lungo tenditore che aziona l'albero a camme lato scarico. A causa del design, è stato necessario installare un albero di bilanciamento che ruota a una velocità doppia nella direzione opposta all'albero motore, dal quale è azionato direttamente da un ingranaggio cilindrico. Il turbocompressore raffreddato ad acqua fa parte dei tubi di scarico e, grazie al suo design moderno e alle ridotte dimensioni, fornisce una risposta immediata quando si preme il pedale dell'acceleratore. In termini di coppia, la versione più potente è paragonabile alla 1,6 aspirato. Motori con una potenza di 85 e 105 CV dotato di una turbina raffreddata ad acqua di Mitsubishi. Grazie a questa perfezione tecnica, non c'è bisogno di una valvola a farfalla.

🚀 Maggiori informazioni sull'argomento:
  Nuova pagina sull'idrogeno per BMW

Perché hai bisogno di un albero di equilibratura?

La raffinatezza e la silenziosità di un motore è direttamente correlata al numero di cilindri e al design, con la regola che un numero dispari e soprattutto un numero ridotto di cilindri degrada le prestazioni del motore. Il problema nasce dal fatto che i pistoni sviluppano grandi forze di inerzia quando si muovono su e giù, la cui influenza deve essere eliminata. Le prime forze sorgono quando il pistone accelera e decelera al punto morto. Le seconde forze sono create dal movimento aggiuntivo della biella ai lati nel mezzo della curva dell'albero motore. L'arte di costruire motori è che tutte le forze inerziali interagiscono tra loro utilizzando antivibranti o contrappesi. Il motore flat-box a dodici o sei cilindri è l'ideale per la guida. Il classico motore a quattro cilindri in linea subisce vibrazioni torsionali più elevate che causano vibrazioni. I pistoni nel doppio cilindro sono contemporaneamente al punto morto superiore e inferiore, quindi è stato necessario installare un albero di bilanciamento contro le forze d'inerzia indesiderate.

Motore bicilindrico Fiat 0.9 TwinAir

ARTICOLI SIMILI
Principale » Articoli » Motore bicilindrico Fiat 0.9 TwinAir

Aggiungi un commento