Bugatti: stampa 3D nel cuore di Chirone
 

Il produttore francese utilizza questa tecnologia nel 2018 per il modello Chiron Sport.

Dal 2018, un produttore di Molsheim utilizza la tecnologia di stampa 3D per produrre alcune parti di ipersport Chiron, come le punte di scarico Pur Sport e Super Sport 300+ in titanio.

Come Ettore Bugatti, il fondatore del marchio tricolore, che dimostra regolarmente innovazioni nel design dei suoi modelli (lo dobbiamo principalmente a cerchi in lega e un assale anteriore cavo), gli ingegneri responsabili dello sviluppo di nuovi modelli Bugatti includono le ultime innovazioni. in costruzione o ingegneria nelle sue creazioni. La tecnologia di stampa 3D, i cui vantaggi sono già noti, è uno di questi.

Bugatti ha utilizzato questa tecnologia nel 2018 nel modello Chiron Sport, che è stato quindi dotato di punte di scarico di Inconel 718, una lega di nichel-cromo dura e leggera, particolarmente resistente al calore (in questo caso, l'alluminio si scioglie). Anche i seguenti modelli di marca (Divo, La Voiture Noire, Centodieci ...) beneficeranno di questo processo di produzione per la vendita dei loro tubi di scarico.

 

Questi elementi creati utilizzando la stampa 3D presentano numerosi vantaggi. Da un lato, sono più resistenti al calore ed eliminano l'accumulo di calore creato dal motore W8,0 da 16 litri con 1500 CV e sono anche più leggeri degli ugelli realizzati con il solito metodo di produzione. (Chiron Sport pesa solo 2,2 kg, ad esempio 800 g in meno di un ugello normale).

Nel caso del nuovo Chiron Pur Sport, Bugatti produce ugelli di scarico in titanio con stampa 3D e il produttore indica che questa è "la prima parte metallica visibile stampata in 3D con omologazione per il traffico". Questo ugello, lungo 22 cm e largo 48 cm, pesa solo 1,85 kg (compresi griglia e manutenzione), che è di circa 1,2 kg in meno rispetto al Chiron “standard”.

🚀 Maggiori informazioni sull'argomento:
  Cambio DSG: pro e contro

Lo speciale sistema di stampa laser utilizzato per la stampa 3D è costituito da uno o più laser, che a loro volta fondono strati di polvere da 3 a 4 micron. 4200 strati di polvere di metallo sono impilati uno sopra l'altro e fusi insieme, formando un ugello di scarico Chiron Pur Sport, che resisterà a temperature superiori a 650 gradi Celsius, fornendo isolamento termico delle parti vicine grazie a una doppia parete esterna.

 

Prima di un'ispezione e un'installazione approfondite su un veicolo, questi elementi saranno infine rivestiti in modo speciale. Ad esempio, Chiron Sport è sabbiato con corindone e verniciato nero con vernice ceramica ad alta temperatura, mentre Chiron Pur Sport e Super Sport 300+ sono disponibili in titanio spazzolato.

Garantendo la durata, l'ultra-leggerezza e l'estetica delle parti, la tecnologia di stampa 3D, ancora utilizzata principalmente nell'aeronautica e nello spazio, sembra aver finalmente trovato il suo posto tra le case automobilistiche, anche le più esigenti.

ARTICOLI SIMILI
Principale » Articoli » Bugatti: stampa 3D nel cuore di Chirone

Aggiungi un commento